Curiosità e varie

Le definizioni nel regolamento FIARC

FIARC: Federazione Italiana Arcieri di Campagna

Il termine Campagna è una traduzione, forse troppo letterale, del termine inglese Field, in ossequio all’IFAA: International Field Archery Association, che ci accoglie nella sua organizzazione.

Però le gare Fiarc si svolgono quasi totalmente in campi di gara di tipo boschivo, raramente si gareggia in Campagna, quindi il termine è una traduzione leggermente modificata da campo a campagna per non irritare troppo l’IFAA. Allora io propongo, per restare più aderenti alla realtà delle nostre gare, la sigla FIARBOSC: Federazione Italiana ARcieri del BOSCo.

La convenienza di questa sigla si nota anche dalla seguente traduzione alternativa:

Federazione Italiana ARcieri BOSCaioli, nella quale si riconosceranno felicemente molti atleti dell’arco che, come me, disboscano le aree verdi intorno alle sagome con le loro frecce.

Arco Nudo

L’Arco Nudo è un arco ricurvo che non è per niente nudo, anzi, è super accessoriato.

In aggiunta agli accessori del ricurvo, è dotato anche di pulsante di pressione, stabilizzatore da caccia e pesi nella parte inferiore dell’impugnatura.

Rispetto ad un arco compound è nudo, ma questo arco fa parte degli archi tradizionali, quindi il suo riferimento naturale è l’arco ricurvo. In confronto, quindi, al ricurvo, l’Arco Nudo è un Arco Vestito.

Propongo pertanto la nuova definizione, anziché Arco Nudo (AN), di Arco Vestito (AV), definizione che ha anche il vantaggio di non essere imbarazzante.

Stile Libero Illimitatotrasporto compound

“Non vedo l’ora di poter ammirare un compoundista nella categoria Stile Libero Illimitato”, pensavo tempo fa, che ingenuo! Me lo immaginavo che arrivava al campo di tiro, posava a terra le 3 zavorre di cemento poste precisamente a triangolo, ci tassellava il treppiedi di acciaio, montava il pistone elettrodinamico per l’alzo, la ralla elettrica per gli spostamenti destra-sinistra, la postazione seduta con ammortizzatori, le guide ed il telaio in titanio, ci montava sopra il suo bel compound, poi accendeva il generatore, impostava il sistema GPS, tarava tutto il sistema in 2-3 ore e poi prendeva il telecomando e schiacciava forte il pulsante FIRE.

QUESTO E’ UN VERO STILE  L I B E R O, QUESTO E’ UN VERO STILE  I L L I M I T A T O.

Non riconosco quello definito dalla FIARC, non lo prendo neanche in considerazione!

Tiro Istintivo Venatorio

Il Regolamento Introduttivo della Fiarc così recita:

“La pratica del tiro istintivo venatorio, proprio perché naturale ed innata, è difficilmente identificabile in una categoria sportiva con rigide regole da rispettare.

Tuttavia un arciere che pratica il tiro istintivo venatorio adotta una tecnica che, secondo la famosa “Bibbia del tiro con l’arco” di Fred Bear, può essere individuata nei seguenti punti:

a) La cocca va tenuta tra il dito indice ed il dito medio.

b) L’aggancio ed il punto di rilascio devono essere comunque fissi, con il dito indice non al di sopra della linea della bocca.

c) La freccia deve essere scoccata non appena raggiunto il punto di rilascio.

d) Tutte le fasi del tiro devono avvenire con entrambi gli occhi aperti.

e) L’arco deve essere caricato in un'unica progressione partendo dal basso.

f) L’arco va tenuto in posizione leggermente inclinata.

g) Il corpo deve prendere parte al tiro inclinandosi in avanti.

h) Il libbraggio dell’arco deve essere consistente, proporzionato alla muscolatura dell’arciere

Tirare con la filosofia del Tiro Istintivo Venatorio vuol dire immedesimarsi al cacciatore dell’antichità che, senza alcuna regola di nessun genere, doveva in pochi decimi di secondo decidersi a scoccare in qualsiasi modo quella freccia che avrebbe sfamato la sua famiglia oppure no. Se il nostro primitivo progenitore avesse utilizzato solamente una delle 8 regole predette della bibbia del tiro istintivo, il genere umano probabilmente oggi sarebbe estinto.

L’unica cosa divertente in questo scenario terribile è immaginarsi il progenitore di Fred Bear che, mentre perde tempo a controllare che il suo dito indice non sia al di sopra della linea della bocca o che l’arco sia leggermente inclinato, viene sbranato da una tigre.

DVS

Informativa sull'uso dei cookie